top of page

Tecnologia e psicologia: un binomio che funziona!


Diversamente da quanto si potrebbe pensare, chi ha a cuore la psicologia è molto concentrato sull’efficacia di quanto teorizzato e sulle ricadute benefiche di cui può godere il destinatario dell’intervento sia esso di diagnosi, benessere, cura. In psicologia delle performance, a cui la psicologia dello sport appartiene, questi aspetti “pratici”, “concreti”, “visibili” sono di particolare interesse e ricevono molta attenzione, poiché sono spesso gli elementi di base dell’alleanza con atleti, allenatori, team. Ogni intervento di psicologia dello sport si basa sulla definizione di obiettivi, sull’impegno reciproco, sulla ricerca di parametri con cui le prestazioni possono mostrare miglioramenti nelle diverse aree della performance: atletica, tecnica, tattica. Sempre più gli interventi mentre da un lato favoriscono lo sviluppo della prestazione di successo, dall’altro aiutano atleti e allenatori a far propria la cultura dell’allenamento mentale, che li indirizza e sostiene nel recupero e nello sviluppo della loro forza interiore, nel sentirsi protagonisti dei propri vissuti e del proprio sviluppo come persone e atleti.E’ proprio qui che si inserisce sempre più il rapporto tra la forza interiore e strumenti di tecnologie sempre più raffinate che consentono di percepirla, di viverla, di impadronirsene, di allenarla. Oggi gli atleti possono tranquillamente impegnarsi in sessioni guidate dalla tecnologia per comprendere sempre più quando il proprio potenziale mentale possa essere una risorsa interna su cui contare. Strumenti come il biofeedback, la realtà virtuale, il neuro feedback e l’eye tracking, per citarne alcuni, sono sempre più presenti nella pratica di allenamento degli atleti più virtuosi o che vogliano sperimentarsi nel superare se stessi. L’interesse cresce, da curiosità, a possibilità a strumento che aumenta l’efficacia. La tecnologia è proprio una valida interfaccia che aiuta, si affianca e avvia processi di lavoro mentale sempre più ricchi. L’affiancamento tra tecnologia e psicologia sta portando frutto, e siamo solo all’inizio. E voi? Ne avete mai sentito parlare? Cosa ne pensate? Aspettiamo le vostre esperienze, i vostri commenti, le vostre domande.

106 visualizzazioni0 commenti
bottom of page